ADR entra nel Global Compact delle Nazioni Unite

Aereo che decolla di notte

ADR comunica il proprio ingresso nel Global Compact delle Nazioni Unite, la più grande piattaforma internazionale sulla Sostenibilità. Ciò conferma ulteriormente il determinato impegno dell'azienda, gestore tra gli altri dell'aeroporto pluri-premiato di Fiumicino, verso un modello incentrato su business responsabile. La strategia messa in campo da ADR punta ad integrare l'aspetto legato alla sostenibilità con ogni attività interna, permeando settori che vanno dalla formazione del personale, sino all'impatto sociale.

La società Aeroporti di Roma accede alla maggiore piattaforma internazionale sulla Sostenibilità

Tale approccio tenuto da ADR è alla base del nuovo master plan che la società di gestione aeroportuale sottoporrà all'ente regolatore Enac. L'obiettivo è sempre lo stesso: proiettare lo scalo di Fiumicino nello spettro degli aeroporti capaci di catturare il potenziale traffico del futuro, che pone più di un occhio di riguardo nei confronti della sostenibilità ambientale, del rispetto della natura e del suolo, di aumentate efficienza e sicurezza. Il progetto che interesserò lo scalo romano è pienamente in linea con le ambizioni precedentemente dimostrate da ADR, che hanno portato il "Leonardo da Vinci" ad essere una punta di diamante a livello mondiale tra gli aeroporti.

“Questo risultato - ha dichiarato l’Amministratore Delegato di ADR, Marco Troncone - è un’importante testimonianza del nostro impegno sui temi ambientali e della volontà di proseguire tenacemente su questa strada, convinti della necessità di integrare sempre di più la Sostenibilità nel nostro core business”.

Già in questi anni, l'Organizzazione Mondiale del Turismo ha avuto modo di premiare l'aeroporto di Fiumicino per le sue iniziative legate allo sviluppo sostenibile ed alla tutela ambientale. Da segnalarsi, infatti, è il primato nella raccolta differenziata dei rifiuti: con quasi il 90% degli scarti prodotti smaltiti, Fiumicino rientra tra i più virtuosi aeroporti. Risultati encomiabili derivano anche dalla gestione delle risorse idriche: attualmente il consumo idrico per passeggero è stato ridotto del 30% rispetto ai dati del 2012. Infine, negli ultimi 10 anni, l'aeroporto di Fiumicino ha evitato di produrre circa 80mila tonnellate di anidride carbonica, grazie ad un'attenzione privilegiata verso innovativi sistemi tecnologici. L'elenco potrebbe continuare! Come ultimo dato che rappresenti gli sforzi e l'attenzione di ADR, è sufficiente ricordare che nel 2019 Fiumicino ha aderito come primo aeroporto al mondo ad EP100, impegnandosi ad aumentare la propria produttività energetica del 150% entro il 2026, obiettivo da perseguirsi dedicano particolare attenzione all'economia circolare.

Metodo di pagamento

Icona iDeal Icona MasterCard Icona visto Icona PayPal Icona Giropay Icona bancontact

Certificati di qualità